Olives for sale in bowls.

Grassi: Buoni, Cattivi e Veleno

Hand holding avocado.

I grassi sani sono un’eccezionale fonte di energia. Forniscono oltre il doppio delle calorie per grammo rispetto alle proteine o ai carboidrati. Sono essenziali per molti processi metabolici. Sono un materiale importante per la costruzione, la riparazione e il funzionamento di organi, cellule e ormoni. Il cervello stesso contiene fino al 60% di grasso.

Inoltre, i grassi sani sono super soddisfacenti. Hanno un buon sapore e, insieme a proteine complete e di qualità, danno una sensazione di sazietà. Con la giusta quantità di grassi nei nostri pasti ci sentiamo sazi per molto tempo, il che significa che è meno probabile che andiamo a caccia di spuntini malsani.

Eggs in a wire basket.

Quali Sono i Grassi Sani?

Esistono poche famiglie diverse di grassi, tutte con qualità diverse.

  • I grassi saturi sono un’ottima fonte di grassi, soprattutto per cucinare
  • I grassi monoinsaturi sono un’ottima fonte di grassi
  • I grassi polinsaturi sono difficili
  • I grassi trans, o “grassi parzialmente idrogenati”, sono veleni
Bacon in a cast iron pan.

Grassi Saturi

I grassi saturi sono un’ottima fonte di grassi. Sono solidi quando sono freddi e sono molto stabili se esposti all’aria, al calore e alla luce, il che li rende la scelta più salutare per cucinare. Sono essenziali per le membrane cellulari, sono un’ottima fonte di energia, contengono grandi quantità di vitamine liposolubili tra cui K2, A e D, e si trovano principalmente nei grassi animali.

Buone fonti di grassi saturi includono burro, burro chiarificato, panna intera, grasso d’anatra, strutto (grasso di maiale) e sego (grasso di manzo), uova, pancetta, grasso animale in generale e cocco in tutte le forme: cocco, olio di cocco, cocco latte, fiocchi di cocco ecc.

Consiglio: per evitare residui di pesticidi, ormoni, antibiotici, metalli tossici, ecc., Prendi i tuoi grassi saturi da bestiame biologico e / o al pascolo quando possibile.

Olives for sale in bowls.

Grassi Monoinsaturi

Gli acidi grassi monoinsaturi (MUFA) sono buone fonti di grassi. Non sono stabili come i grassi saturi, quindi non dovrebbero essere la prima scelta per cucinare; meglio usarli freschi come condimento. Migliorano la pressione sanguigna e abbassano i livelli di colesterolo, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. Stabilizzano i livelli di insulina e zucchero nel sangue, hanno un effetto antinfiammatorio e si trovano in una varietà di oli vegetali e prodotti di origine animale.

Buone fonti di grassi monoinsaturi includono avocado, noci di macadamia, olive e olio extravergine di oliva, uova, mandorle e noci del Brasile.

Consiglio: acquista solo oli monosaturi (come olio d’oliva ed extravergine) confezionati in contenitori scuri e conservali in un luogo buio.

Salmon fillet on a white plate.

Grassi Polinsaturi

I grassi polinsaturi, noti come PUFA, sono un pò difficili. Nelle giuste proporzioni sono ottimi, ma molto instabili: se esposti al calore, all’aria e alla luce si ossidano e irrancidiscono creando radicali liberi.

Omega 3 e Omega 6 sono acidi grassi essenziali perché il corpo non può produrli; dobbiamo riceverli attraverso la dieta. Gli Omega 3 sono antinfiammatori. L’omega 6 è infiammatorio. Il rapporto ottimale tra loro è 1: 1, ma oggi consumiamo Omega 6 10-25 volte di più dell’Omega 3.

Buone fonti di grassi polinsaturi sono animali e pesci allevati nel loro ambiente naturale, foglie verdi e alghe, oliva spremuta a freddo, salmone selvatico, sardine e sgombri.

Le cattive fonti di grassi polinsaturi sono i semi industriali e gli oli vegetali. Girasole, mais, arachidi, colza, soia, palma, cartamo ecc. Dovrebbero essere eliminati dalla dieta.

Va bene in moderazione sono semi di lino spremuti a freddo e olio di noci, noci (noci, mandorle, nocciole, ecc.) E semi (semi di girasole, zucca, sesamo, lino ecc.).

Consiglio: compensa l’assunzione di PUFA con cibi ricchi di antiossidanti che combattono i radicali liberi. Prendi un integratore di Omega 3 di alta qualità ogni giorno.

Puoi trovare maggiori informazioni sulla razione tra Omega 6 e Omega 3 nei post sull’infiammazione.

Clear plastic bottles of partially hydrogenated fats and trans fats.

Grassi Parzialmente Idrogenati e Grassi Trans

I grassi parzialmente idrogenati e i grassi trans sono sostanze chimiche nocive che dovrebbero essere vietate a vita. Non sono naturali. Non sono cibo. Sono veleno. Causano danni a livello cellulare. Aumentano i livelli di colesterolo malsano mentre esauriscono quelli buoni. Aumentano significativamente il rischio di malattie cardiache

Le fonti di grassi parzialmente idrogenati e trans includono margerina, burro e spray finti, alimenti trasformati come biscotti, torte, cracker, piatti pronti e patatine, fast food e fritti in generale.

Consiglio: eliminare i grassi pericolosi dalla dieta e sostituirli con grassi sani e biodisponibili è una delle cose più importanti che puoi fare per la tua salute. Seriamente, se non hai ancora buttato via tutti i semi industrializzati e gli oli vegetali dalla tua dispensa, non esitare. Sbarazzati di loro.

Una delle cose migliori che puoi fare per la tua salute è eliminare i carboidrati in eccessi e gli oli cattivi dalla tua dieta e ottenere la maggior parte delle calorie giornaliere attraverso i grassi sani. Impazzisci con olive, olio d’oliva, olio extravergine d’oliva, avocado, cocco in qualsiasi forma, noci di macadamia, cioccolato fondente che ha l’85% di cacao minimo, sarde, salmone, sgombro, grassi animali saturi come il bacon. strutto, panna intera e burro – e prendi ogni giorno un integratore di Omega 3 di buona qualità.

Ogni cellula del tuo corpo ti amerà per questo.

E ogni parte di te ti sarà così grata quando avrai effettuato il passaggio metabolico da Sugar Burner a Fat Burner.

Salute, Libertà, Vita. Scarica ora la tua Guida Gratuita: impara come fare un Reset alla tua Salute, e rimani motivato attraverso le mie notizie (quasi!) settimanali.

Read More

Grasso e Colesterolo: Verità, Bugie e Politica – È incredibile quello che ci è stato venduto.

Leptina, l’Ormone della Fame – Sì. Giusto. C’è un ormone che regola l’appetito.

Carboidrati e Ciclo del Brucia Zucchero – Sei preso nella trappola?

Credits

Salmone Photo by Micheile Henderson on Unsplash | Olive Photo by Marius Haakestad on Unsplash | Avocado Photo by Louis Hansel @shotsoflouis on Unsplash | Uova Photo by Natalie Rhea on Unsplash | Bacon Photo by Casey DeViese on Unsplash